Image-empty-state.png

Leonardo Bazzaro

Milano, 1853 -1937

Leonardo Bazzaro nacque in una famiglia di commercianti di stoffe. Sia lui che il fratello Ernesto, che diventerà uno scultore, svolsero i loro studi accademici a Milano presso l’Accademia di Belle Arti.
Non ancora a suo agio con la pittura all’aperto, quindi all’inizio della sua carriera si dedicò a pitture prospettiche di interni di palazzi e di chiese, molto richieste dal mercato. Nelle sue esercitazioni sulle figure sperimentò effetti chiaroscuri e coloristici e il genere del ritratto lo accompagnò per tutta la vita.
L’attrazione per la laguna veneta, in particolare per Chioggia, e per le Alpi e le Prealpi lo portò a partire dalla fine degli anni Settanta, ad interpretare ambienti e paesaggi naturali che dipingerà attraverso brevi e veloci pennellate che rompono la forma e si imprimono di luce.
È considerato un grande paesaggista e naturalista lombardo, nonché esponente dell'impressionismo locale. Fu autore molto fecondo e riconosciuto anche a livello internazionale, con il conferimento di alcuni premi.